trent'anni di parco: 1985-2015                        thirty years of park: 1985-2015


  english version


BOSA Geopark farm "Giuseppe Nardini"

è un centro d'eccellenza del Parco per:

- l'informazione turistica e la didattica naturalistica...
- la conservazione della biodiversità spontanea e coltivata...
- la produzione biologica di filiera corta e di nicchia...
- l'innovazione eno-gastronomica e la promozione della cultura popolare...

 











Bosa ospita il Centro visite del Parco Regionale delle Alpi Apuane, il Museo della fauna di ieri e di oggi, i laboratori di educazione ambientale e gli itinerari illustrati dell'ecodiversità.

Bosa è la fattoria didattica del Parco, poiché si trova in un luogo ideale per conservare specie naturali a rischio e varietà locali d'interesse alimentare. È un’area speciale per promuovere i prodotti tipici in relazione alle filiere corte, all’agricoltura biologica e ai mercati di nicchia.

Bosa è anche un centro di ricerca e di innovazione in campo eno-gastronomico.
La buona stagione porta i frutti nei suoi campi ed offre occasioni per sagre contadine.

Bosa è soprattutto... "lo spazio del tempo vissuto":
un luogo di tradizione, fatto a misura d'uomo, che vibra di ritmi lenti e dimenticati: "di bestie, legni e suoni umani... odore d'olio e di candele... il miele, il latte, i pani e il vino vero..."
 

 

"Il castello di Careggine ... l'abitano uomini robustissimi, buoni agricoltori e pastori, che vivono del frutto di castagne, del cacio delle pecore (...). Le granaglie sono scarse, ma una delle risorse di questa Comunità la somministra la vite, che produce il miglior vino della Garfagnana".

Emanuele Repetti, 1833-1846