Le orchidee

Orchidea gialla (Orchis pauciflora Ten.)

Orchis deriva da un termine greco che significa testicolo e fa riferimento alla forma dei tubercoli radicali.
Alta non più di 30 cm; foglie lunghe circa 10 cm, tutte basali, ovato-lanceolate, verdi, non maculate. Fiori giallo-chiaro; labello di colore giallo più intenso e punteggiato di scuro; sperone cilindrico e arcuato verso l'alto.
Specie mediterranea, presente nelle radure e nei prati aridi a substrato calcareo, fino a 1800 m di altitudine; fiorisce tra aprile e maggio.

Orchidea piramidale (Anacamptis pyramidalis (L.) L.C.M.Reich.)

Il termine pyramidalis è riferito alla forma dell'infiorescenza, più larga nella parte basale e progressivamente appuntita verso l'alto.
Alta 20-30 cm, ha foglie lineari, quelle basali lunghe circa 15 cm, le superiori più brevi e avvolgenti il fusto. Fiori rosa-purpurei, piccoli e numerosi. Labello trilobo e prolungato posteriormente in uno sperone filiforme, discendente.
Vive nelle radure erbose e soleggiate su calcare, fino a 1400 m s.l.m.; fiorisce tra aprile e giugno.

Manina rosea (Gymnadenia conopsea (L.) R.Br.)

Fusto alto da 20 a 70 cm; foglie da 3 a 7, lineari, lunghe, disposte in rosetta basale. Infiorescenza cilindrica, lunga fino a 25 cm; fiori piccoli e numerosi, da rosa chiaro a violacei, profumati di vaniglia; labello diviso in tre lobi uguali, prolungato posteriormente in uno sperone filiforme, circa due volte piu lungo dell'ovario, arcuato verso il basso.
Vive nei prati, nelle radure soleggiate e nei pascoli montani sia asciutti che acquitrinosi, prevalentemente su calcare, fino alla cima dei monti; fiorisce tra maggio e luglio.

Orchidea maschia (Orchis mascula (L.) L.)

Fusto eretto alto fino a 60 cm; spiga terminale, lunga fino a 25 cm; fiori di colore rosso-violaceo con labello trilobo; lobo mediano più lungo dei laterali. Sperone rivolto leggermente verso l'alto.
Foglie largamente lanceolate, lunghe fino a 20 cm, verdi-lucide con fini punteggiature brune, più fitte vicino al fusto, inserite nella parte inferiore del fusto.
Vive nei boschi, nelle radure e nei pascoli, fino a 2000 m s.l.m.; fiorisce da aprile a giugno.

Ofride verde-bruna (Ophrys sphegodes Miller)

Fusto alto 15-45 cm; spiga di 4-10 fiori verdastri con labello ovale, bruno-rossiccio, vellutato, nel quale si nota una macchia lucida a forma di H (lo "specchio") spesso contornata da una sottile linea bianca. Vive nei prati aridi, fino a 1200 m di altitudine; fiorisce tra marzo e maggio.
Il labello ricorda la forma dell'addome di certi insetti, per lo più imenotteri, che ne rimangano attratti, "ingannati", e posandosi su questi fiori svolgono la funzione di prònubi, trasportando il polline da un fiore all'altro.

Manina profumata (Gymnadenia odoratissima (L.) L.C.M.Rich.)

Alta 15-35 cm, simile a G. conopsea ma pił piccola e pił esile. Foglie lineari nella parte inferiore del fusto; densa infiorescenza cilindrica di fiori piccoli, con labello più lungo che largo, trilobo, con il lobo mediano nettamente piu lungo dei laterali; sperone molto sottile, lungo circa come l'ovario e incurvato verso il basso.
Fiori da rosa a bianchi; emanano un gradevole ed intenso profumo di vaniglia. Vive nelle radure erbose e soleggiate, nei pascoli montani sia asciutti che umidi, su substrato calcareo da 300 m alle vette; fiorisce tra maggio e luglio.
In Italia è presente sull'arco alpino, sull'Appennino settentrionale e sulle Alpi Apuane.

Orchidea macchiata (Dactylorhiza maculata (L.) Soò s.l.)

Dactylorhiza deriva da due termini greci che significano dito e radice, e fa riferimento alla forma dei tuberi, profondamente divisi in modo da somigliare alle dita di una mano.
Foglie lanceolate, a nervature parallele, con numerose caratteristiche macchie scure.
Fusto eretto, alto 20-70 cm; spiga lunga 5-15 cm di numerosi fiori rosa venati di violetto; labello trilobo.
Vive nei boschi, nelle radure e nei prati umidi, fino a 2000 m s.l.m.; è forse l'orchidea più comune sulle Alpi Apuane. Fiorisce da maggio a luglio.

Elleborina comune (Epipactis helleborine (L.) Crantz)

E' una specie del tutto simile alla congenere E. atrorubens.
Le foglie mediane del fusto sono ben più lunghe degli internodi. Il fusto e l'ovario sono da leggermente pubescenti a glabri. I fiori hanno colore chiaro, verde-rosato; l'epichilo è piano con callosità lisce. Fiorisce da giugno ad agosto (dopo E. atrorubens), nei boschi e fra i cespugli; predilige le zone ombreggiate. Vive da 50 a 2000 m s.l.m.

Cefalantera rossa (Cephalanthera rubra (L.) Rich.)

Fusto eretto alto 20-60 cm, con 5-8 foglie alterne e lanceolate.
Fiori rosa-purpurei, all'apice del fusto: ognuno con una brattea simile ad una fogliolina, lunga circa quanto il fiore stesso; due "sepali" laterali allungati e appuntiti, disposti orizzontalmente. Come appena accennato in Epipactis, il labello è diviso in ipochilo ed epichilo.
Radici con gemme avventizie che permettono la riproduzione per via vegetativa. Fiorisce da maggio a luglio, fino a 1700 m s.l.m. nei boschi misti e nelle faggete, preferibilmente su terreno calcareo.

Ballerina, ometti (Orchis anthropophora (L.) All.)

Fusto alto 20-50 cm; infiorescenza terminale a forma di spiga lineare, che porta numerosi fiori giallo-verdastri con i tepali riuniti in un "casco", dal quale pende il labello trilobo, con il lobo centrale diviso in due lacinie lineari, e i due lobi laterali anch'essi lineari, in modo da somigliare ad un corpo umano, con due braccia e due gambe. Vive nei prati e nelle radure, fino a 1600 m s.l.m., preferibilmente su calcare. Fiorisce tra aprile e giugno.

Elleborina violacea (Epipactis atrorubens (Hoffm. ex Bernh.) Besser)

Fusto eretto alto da 20 a 70 cm; 6-11 foglie, alterne, ovato-lanceolate.
Fiori purpureo-brunastri disposti in una spiga allungata, unilaterale. Ognuno è formato da 6 tepali di cui 5 piuttosto simili, ovato-acuti, e uno ben differenziato - il labello - rivolto verso il basso, diviso in due parti (ipochilo e epichilo) da una strozzatura mediana.
Vive da 50 a 2000 m s.l.m. preferibilmente su substrato calcareo, nei boschi, nelle radure e nei prati aridi. Fiorisce tra giugno e luglio.

Cefalantera maggiore (Cephalanthera longifolia (L.) Fritsch)

Fusto alto 20-60 cm, con 6-10 foglie alterne, lineari-lanceolate.
Fiori 10-20, bianchi, con breve brattea, in infiorescenza terminale; generalmente chiusi, si aprono solo nelle ore più calde e luminose della giornata.
Vive fino a 1800 m s.l.m. nei boschi e nelle radure, su substrato calcareo, dove fiorisce tra maggio e giugno.